Traduci

Statuto PDF Stampa E-mail

Art. 1: L’Associazione non ha scopo di lucro. La sede legale e il domicilio fiscale dell’associazione sono fissati in Roma, presso il luogo di residenza del Presidente di volta in volta eletto, così come dichiarato dal medesimo all’atto dell’elezione, almeno fin quando non sarà operativa una sede propria dell’Associazione stessa.

Art. 2 : Scopi dell’associazione sono:

  • Organizzare concerti e manifestazioni a carattere musicale;

  • Organizzare corsi, concorsi, masterclass, conferenze, incontri.

  • Collaborare con Enti Nazionali e Locali nonché Conservatori, Associazioni, Istituti educativi e altri Enti e Associazioni presenti sul territorio nazionale nella realizzazione di programmi per la promozione e la diffusione della figura del Maestro Celibidache e il patrimonio di insegnamenti e pensieri che ha lasciato tramite i suoi allievi, in scritti e interviste, in filmati e registrazioni audio e video esistenti.

  • Promuovere la creazione di un complesso orchestrale.

 

Art. 3: Il patrimonio dell’associazione è costituito:

  1. dai beni mobili ed immobili che diverranno proprietà dell’associazione;

  2. dal fondo comune costituito con le eccedenze di bilancio;

  3. da contributi ed erogazioni.

Le entrate dell’associazione sono costituite:

  1. dall’utile derivante da manifestazioni e concerti;

  2. dalle quote dei soci;

  3. da ogni altra entrata che concorra ad incrementare l’attivo dell’associazione medesima.

 

Art. 4: L’anno sociale e finanziario decorre dal 1° gennaio al 31 dicembre di ciascun anno. Entro 30 giorni dall’inizio e dalla fine di ogni esercizio devono essere predisposti sintetici bilanci preventivo e consuntivo da sottoporre all’approvazione dell’assemblea (le approvazioni possono avvenire in un’unica seduta).

 

Art. 5: Qualunque cittadino può diventare socio, purché dichiari di rispettare lo Statuto e i regolamenti eventualmente operativi e si metta in regola con il pagamento delle quote. Per la partecipazione all’elezione degli organi rappresentativi, il socio deve aver versato la quota associativa dell’anno in corso almeno 30 giorni prima delle elezioni.

 

Art. 6: L'Assemblea generale dei soci si riunisce ogniqualvolta il presidente lo ritenga necessario e comunque almeno una volta l’anno per l’approvazione del bilancio. Viene presieduta dal Presidente o da un socio anziano; può essere convocata anche da almeno un terzo dei soci regolarmente iscritti con atto motivato. Essa è chiamata a deliberare su:

1) approvazione e modificazione dello Statuto sociale;

2) approvazione dei bilanci;

3) nomina di probi viri e revisori dei conti qualora ne venga fatta richiesta;

4) elezioni dei componenti il Consiglio Direttivo;

5) pronunciamenti su questioni che, per loro primaria importanza, si ritenga di dover sottoporre al giudizio dell'Assemblea.

 

Art. 7: Il Consiglio Direttivo è composto da tre consiglieri durante il regime provvisorio; appena l’associazione potrà contare su un congruo numero di associati, il C.D. dovrà essere composto da cinque membri eletti dall'Assemblea tra tutti i soci regolarmente iscritti e resta in carica due anni. I consiglieri sono sempre rieleggibili. Il C.D. viene convocato dal Presidente in forma orale o scritta o può essere convocato con atto motivato da almeno tre consiglieri. Per la validità delle deliberazioni è richiesta la presenza di almeno tre consiglieri e il voto favorevole della maggioranza. La convocazione deve essere fatta tenendo conto degli impegni dei singoli. L'assenza immotivata a tre consecutive riunioni determina la decadenza dalla carica ricoperta. Nella prima riunione, il C.D. provvede alla nomina del Presidente, del Vice-Presidente, del Segretario e del Tesoriere. Il C.D. viene presieduto dal Presidente, in sua assenza dal Vice-Presidente, in assenza di entrambi dal membro più anziano. Durante il periodo in cui il C.D. è in carica, tutti i membri devono rispettare lo Statuto e i regolamenti, partecipando alle attività del Circolo e versando regolarmente le quote ordinarie e straordinarie previste. In caso di inadempienza si decade dalla carica. Opportunamente regolamentate, le votazioni e le approvazioni dei bilanci e delle delibere possono essere disposte anche a mezzo posta o posta elettronica; le riunioni possono anche aver luogo tramite videoconferenza. Di ogni seduta deve essere redatto apposito verbale e le delibere sono a disposizione di tutti i soci; l’Associazione deve disporre di un sito internet ufficiale che costituisce a tutti gli effetti anche bacheca delle deliberazioni, con le opportune strategie di difesa della privacy dei soci e dei consiglieri.

 

Art. 8: Il Presidente rappresenta l’Associazione nei rapporti esterni. Presiede il Consiglio Direttivo e ne predispone l'ordine del giorno, controfirma ogni atto e verbale unitamente al Segretario, visiona la posta in entrata ed uscita. Il Vice- Presidente svolge le stesse funzioni del Presidente in caso di assenza o impedimento di quest'ultimo e collabora alla gestione del sodalizio.

 

Art. 9: Il Segretario coadiuva nelle sue attività il Presidente. Redige i verbali delle riunioni e le firma unitamente al Presidente. Predispone i bilanci consuntivi e preventivi, ha la responsabilità dei registri dei verbali e contabile.

 

Art. 10 : Il tesoriere, che può essere nominato anche esternamente al C.D., incassa i contributi dai soci, da enti, ecc., predispone i versamenti, i pagamenti delle spese, ecc. coadiuva il segretario nella stesura dei bilanci e nel mantenimento della contabilità. La figura del tesoriere può essere cumulata con quella di segretario.

 

Art. 11: Il Consiglio Direttivo può nominare in piena libertà un Direttore Artistico. Analogamente può nominare soci onorari ed eventualmente una commissione artistica per la predisposizione di programmi dettagliati e l’organizzazione di spettacoli.

 

Art. 12: Ogni anno il C.D. delibera la quota associativa dovuta dai soci per l’Anno Sociale in corso. Dietro versamento della quota, ciascun socio viene iscritto in un apposito registro; se previsto, il segretario rilascia una tessera individuale firmata dal Presidente comprovante l'iscrizione e la categoria di appartenenza. Sono soci sostenitori coloro che intendono sostenere economicamente l’associazione versando una quota almeno doppia rispetto quella deliberata.

 

Art. 13: Non è prevista alcuna forma di compenso a favore degli associati, fatti salvi gli eventuali rimborsi spesa deliberati dal Consiglio Direttivo. I soci non possono chiedere il rimborso neanche parziale delle quote associative.

 

Art. 14: La non osservanza delle regole, ovvero il comportamento scorretto, la sottrazione di beni appartenenti al circolo e quant'altro possa turbare la vita sociale del Circolo, sono puniti con la diffida e l'espulsione dallo stesso con delibera motivata, da ratificare nella prima Assemblea generale.

 

Art. 15: L’associazione ha durata illimitata. Lo scioglimento può avvenire con la votazione dei ¾ dell’assemblea; in tal caso deve essere contestualmente nominata una commissione con lo scopo di destinare il fondo e i beni mobili e immobili e procedere alla chiusura di ogni pendenza e rapporto con persone fisiche, giuridiche ed Enti.

 

Art. 16: Per quanto non previsto dallo Statuto e dai regolamenti, fanno fede il Codice Civile e le delibere dell'Assemblea generale.

 
Valid XHTML 1.0 Transitional
Valid CSS!

http://spbgup-kirov.ru/plan-cul-avec-belle-salope-bugue.html